lunedì, maggio 22, 2006

Un Ministro al Giorno (3) : Francesco Rutelli


Ed eccoci ad uno dei miei preferiti,
il Rutellino.
E' sempre uno spasso sentirlo e cerco di non perdermi mai nessuna trasmissione dove è ospite ^_^
Nel governo prodi divide una doppia piazza da vicepresidente con D'Alema (con i pacs potranno adottare un figlio?)
ed è stato messo come Ministro della Cultura: in rete c'è chi dice che è stato messo alla cultura per via dei meriti del nonno e bisnonno celebre scultore...... a me non mi sembra una bella cosa, sembra una raccomandazione per meriti non propri...... comunque chi lo sostiene sul web va orgoglioso di questa cosa.

Nato a Roma nel 1954, Francesco Rutelli è rampollo di agiata famiglia della borghesia romana, con ascendenze siciliane.
si iscrive al "Massimo", un Liceo Classico Romano, gestito dai padri gesuiti: una delle più famose miniere nazionali, dispensatrici dei saperi peculiari delle classe dirigente, ma terminò gli studi al liceo classico statale "Socrate".
Superficiale e sfuggente Rutelli non ebbe mai un percorso formativo luminoso, neppure, quando, tentando di rinverdire le tradizioni familiari, si iscrisse ad Architettura, senza , però, laurearsi.

Con la politica gli è andata meglio.

E' partito come Radicale
abbandonò poi questo progetto per aderire alla nuova formazione politica ecologista di centrosinistra, i Verdi,
Nel dicembre del 1993 una coalizione di centrosinistra lo propose come sindaco di Roma.
Nel 1999 fu eletto deputato al Parlamento europeo nelle file del movimento politico I Democratici
e nel 2001 fu proposto dalla coalizione di centro-sinistra, l'Ulivo.

Curiosità:
il sito www.oikos.org
dedica alcune interessanti pagine all' ex-sindaco
che invito a leggere.
Nota dei web masterdel sito:
Questo sito è stato realizzato qualche anno fa, come contributo critico di carattere socio-culturale sulla figura del Sindaco di una città come Roma (che secondo noi meritava qualcosa di meglio). Abbiamo deciso di mantenere in linea il nostro lavoro per due motivi: il primo è che, in ogni caso, rappresenta uno sforzo di controinformazione che, per regola, deve essere aldilà degli schieramenti politici; il secondo è che, da quando abbiamo messo in linea questa analisi critica del Sindaco di Roma, abbiamo avuto tanti di quei problemi (ispezioni dei vigili urbani, contributi per servizi forniti al comune bloccati, esclusione da gare d'appalto, ecc.) tanto dal farci sospettare che le informazioni da noi fornite e MAI SMENTITE, potessero aver infastidito qualcuno al punto di fargli mostrare il suo vero volto becero, traffichino, illegale ed autoritario. Per cui continueremo a mantenere in linea queste pagine e ad aggiornarle, se possibile, non appena avremo alcune divertenti novità da proporre ai nostri utenti.

Frasi celebri:

“Ho vissuto tutti questi anni a pane e cicoria”

"No all'egualitarismo, perché una società di uguali è povera, finta, retta da poteri oscuri che si basano sulla sopraffazione".

Beppe Grillo dice di lui:
(era il 31 Luglio 2005)

Braccia rubate al lavoro: Francesco Rutelli
Francesco Ciccio Rutelli nasce già pettinato, laico, bello e intelligente......
Il giovane Ciccio scrive una lettera accorata alla rubrica di Barbara Palombelli. La giornalista gli risponde di non aver mai letto niente di più laico e puro.

Gli dà un appuntamento. Dopo un imbarazzo iniziale (Barbara credeva che le lettera fosse scritta da un bambino di sette anni) sboccia l'amore.......
Nel 2005 mentre si pettina, viene colto da un violento attacco di coscienza e dichiara che non voterà per il referendum sugli embrioni. Segue un secondo attacco di coscienza che gli fa dichiarare che non parteciperà alla lista unica della sinistra. Dopo un terzo attacco di coscienza entra nel convento dei benedettini di Norcia. Per fortuna dopo due giorni i frati ne han piene le balle e lo cacciano fuori col suo beauty case, il mangianastri e il vogatore per gli addominali.

Toccherà ancora alla sinistra sopportarlo, pettinato bello laico intelligente e sovente superfluo.........

Mandiamolo a lavorare.
Che lavoro gli fareste fare:
a. Manichino della Standa
b. Modello per foto da esporre in vetrina di un barbiere da uomo
c. Maschera del cinema parrocchiale

6 Comments:

Anonymous Eleonora said...

Gli farei fare la maschera del cinema parrocchiale. Che se poi in questo "governo" ce n'è uno viscido lui, è il più viscido di tutti. E' ancora peggio di Pecoraro Scanio.

12:46 AM  
Blogger FulviaLeopardi said...

io rutelli lo chiamo "er trottola", per ovvi motivi

1:51 PM  
Anonymous camelot destra ideale said...

Manichino della standa, sicuramente...

6:20 PM  
Anonymous Killerluppolo Seduto said...

Voi gli volete pure dare lavoro?
C'è una marea di giovani disoccupati in Italia, e voi dareste lavoro a Rutelli????
Fategli fare il padre di famiglia, che basta la Palombelli per portare il pane a casa Rutelli!!
Augh!

1:42 PM  
Anonymous Anonimo said...

Nice idea with this site its better than most of the rubbish I come across.
»

1:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

I find some information here.

9:17 AM  

Posta un commento

<< Home