venerdì, aprile 21, 2006

Una poltrona per due

Tommaso Padoa Schioppa superministro dell’Economia del governo di Romano Prodi: «un’ipotesi seria e meditata»

Alla Camera invece c'è una poltrona per due:
Dopo aver avuto ieri un colloquio con il presidente dei Ds Massimo D’Alema oggi Romano Prodi incontra il segretario di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti.

Lo scenario che il leader dell’Unione traccerà è ancora piuttosto aperto, in ogni caso la scelta di Prodi non potrà essere ritardata ulteriormente: il centrosinistra, con una lieve maggioranza parlamentare, non può subito dividersi e dare segni di debolezza e di mancanza di coesione.

Franco Marini a Palazzo Madama (anche se Mastella sembra agitarsi, e già rivendica per sé un ministero pesante), il Professore potrebbe anche confermare Bertinotti a Montecitorio e dare via libera alla candidatura di D’Alema sul Colle.

Una possibile quadratura del cerchio potrebbe essere raggiunta da Prodi premiando un vecchio desiderio di Massimo D’Alema, la guida della Farnesina, lasciando al leader di Rifondazione la poltrona “storica” della sinistra italiana, quella appunto di Montecitorio, che fu di Pietro Ingrao, di Nilde Iotti e di Giorgio Napolitano.

Avevano ragione quelli che dicevano che con il centrosinistra la situazione sarebbe cambiata, è evidente come a questi signori interessi il bene degli italiani prima di tutto.

Prodi ha detto che deciderà tra due giorni...
.....aspettiamo ancora allora.