domenica, settembre 17, 2006

Merda a Galla

E' tanto che non scrivo sul governo, anche se di cose da dire ce ne sarebbero tante!
Sono qui perchè questa volta lo dovevo proprio scrivere! E lo faccio con una citazione molto colta e fine: "la merda è venuta a galla".
L'operato del governo fino ad oggi era "normale", normale per modo di dire......... diciamo che ci si aspettava quello che sta "facendo" (tasse, disordine economico, differenze, contraddizioni....).

Ma il caso Telecom è un caso a parte!Non scontato.
Da una parte c'è Tronchetti Provera, a certi non piace (grillo lo odia per questioni personali e sfrutta quel poco potere di persuasione che ha per influenzare alcune persone con mezze verità),
ma è una persona tutta d'un pezzo: come obiettivo ha il bene dell'azienda (che identifica nel suo) che gestisce e fa tutto quel che può per raggiungerlo e non lo fa "all'italiana", niente inciuci, niente favori.
Dall'altra c'è Prodi e i DS che evidentemente considerano Telecom "Cosa Nostra":
la storia della sinistra e Telecom è lunga....... come dimenticare Telekom Serbia? I DS che in pochi anni hanno portato il debito di Telecom a 42 miliardi? Le dirigente politiche che hanno distrutto un'azienda dello stato?

Ora Prodi e amichetti ci vuole rimettere le mani sopra (o dentro le tasche)?
Tronchetti non ci sta ai giochetti della politica italiana, non ha mai leccato nè a dx nè a sx, per lui le aziende sono una cosa la politica un'altra.
Chi altri in Italia è come lui? Della Valle persino per la Fiorentina non ha esistato a leccare il culo a Moggi, figuriamoci per le cose serie........

"Finché la proprietà privata non sarà considerata un furto, io andrò avanti" l'idea di Tronchetti è che una società quotata in Borsa, con un business in licenza e non in concessione, non debba chiedere necessariamente un via libera politico prima di fare un'operazione.
Ed eccolo allora, che non ci sta al bluff della politica e cala tutti i suoi assi smaerdando Prodi e amichetti.


"Chi verrà più a investire in Italia se c'è un presidente del Consiglio che si intromette così pesantemente negli affari di una società privata?"
Questa è la paura....... la paura di chi lavora, non certo di chi ruba!

Da Nanchino, dove una delegazione italiana sta visitando uno stabilimento Fiat, rimbalza una frase che Luca di Montezemolo avrebbe detto sfogliando la rassegna stampa e leggendo le agenzie: "Questa volta Prodi forse ha esagerato".

Tronchetti non è certo un santo, ma non è schiavo di nessuno, se non può lavorare in tranquillità e chiarezza se ne sbatte e molla: come criticarlo? Non è certo un missionario o un benefattore!
Se ne va, ma il suo "mollare" fa male, fa tanto male ai "furboni" della nostra politica "Sono costretto a ritirarmi, sotto il tiro delle menzogne del governo e di fronte ad atti non istituzionali messi in campo negli ultimi giorni"

Prodi poverino già faticava a stare a galla, ora che Tronchetti ha portato a galla la merda, sarà dura resistere! Auguri!

domenica, luglio 16, 2006

La Corte dei Conti si lamenta

E ancora belle notizie per le tasche degli italiani! Ma dove stiamo andando a finire????

Parla la Corte dei Conti:
"Ciò che continua a risaltare è l'assenza, ripetutamente lamentata dalla Corte, di una strategia di contrasto all'evasione che sia finalmente intesa come un'ordinaria attività gestionale e che, conseguentemente, partendo dalla periodica e sistematica quantificazione delle dimensioni e della composizione del fenomeno dell'evasione - per imposta, tipologia di contribuente, territorio, classe di reddito e quant'altro - fissi e renda noti obiettivi e traguardi generali e specifici di riduzione delle perdite di gettito e definisca coerenti misure di contrasto, da aggiornare e rivedere continuamente sulla base della costante verifica dei risultati conseguiti e pubblicizzati"

"Il preconsuntivo del 2006, fortemente caratterizzato dai risultati inattesi del gettito tributario, seguita a rappresentare e, per certi versi accentua, una situazione di preoccupante espansione della spesa corrente primaria"

"A giudizio della Corte, mentre non sono poche le ragioni di ordine microeconomico che spingerebbero ad ulteriori e definitivi interventi di correzione, la stessa questione della sostenibilità macroeconomica della spesa pensionistica è da considerare tutt'altro che risolta".

"La Corte ha più volte sottolineato l'esigenza di procedere sulla strada di una selettiva riduzione di personale" nella Pubblica Amministrazione.


A ribadirlo è il presidente della magistratura contabile, Francesco Staderini, nel corso di un'audizione sul Dpef alla Camera.


Inflazione

Che bel periodo!
Sono giorni che le belle notizie per i cittadini, per i loro soldi e risparmi,
arrivano una dietro l'altra!
Ora è il momento dell'inflazione:
l'inflazione a giugno è salita al 2,3%, dal 2,2% di maggio. Lo comunica l'Istat, confermando la stima preliminare. I prezzi, su base mensile, sono cresciuti dello 0,1%. Si tratta dell'aumento tendenziale più alto da agosto 2004.

L'accelerazione dell'inflazione risente principalmente delle tensioni al rialzo degli alimentari;
per il capitolo abitazione l'incremento annuale è stato del 5,8% e per i trasporti del 4%. Si segnalano inoltre gli aumenti del 5,2% di bevande alcoliche e tabacchi e del 3% dell'istruzione.
L'Istat sottolinea infine la crescita congiunturale del 2,8% dei prezzi dei servizi postali (+4,2% la variazione tendenziale), dovuta alla confluenza del servizio di posta ordinaria in quello di posta prioritaria. In netto aumento mensile anche le tariffe del trasporto marittimo, cresciute del 3,9% rispetto a maggio (+10,7% rispetto a giugno 2005). Impennata infine anche per gli stabilimenti balneari i cui prezzi sono aumentati del 7,3% rispetto a giugno dell'anno scorso.

Che belle vacanze ci aspettano!

venerdì, luglio 14, 2006

Fermatelo!!!!!!

Qualcuno lo fermi! Vi prego!
Qualcuno fermi Visco!
Ogni giorno ne salta fuori una!
Prima il caos nel mondo immobiliare (vedi i post precedenti)
ora salta fuori che le bollette del gas aumenteranno!
L'iva infatti passerà dal 10% al 20%!!!!! Ma stiamo scherzando????
L’aliquota ridotta al 10% rimane solo se l’energia è prodotta da fonti rinnovabili, cosa che non credo riguardi il metano.

Qui il testo del decreto

Nel mondo normale certa gente, dopo delle genialate così, viene mandata a casa!

Normative, danni prima del passaggio in Parlamento (seconda Parte)

Riporto un post di Blogo.it
dal Blog www.soldiblog.it
sempre inerente all'argomento di cui avevo accennato

BASTA ! Chi paga adesso per gli errori del provvedimento Bersani ?

I titoli immobiliari non avevano mai incontrato una fase di così alta volatilità, a partire dal 4 luglio abbiamo potuto assistere a oscillazioni del 20/25 % con miliardi di euro di capitalizzazione andati in fumo.

Tutto a causa delle modifiche introdotte dal decreto Bersani sul regime IVA nelle compravendite immobiliari e sulla retroattività dell'efficacia del decreto a partire addirittura dal 1998.
Oltre al fatto che una retroattività di questo tipo va a modificare ex post lo scenario competitivo degli ultimi 8 anni e l'ambito in cui le scelte imprenditoriali sono state prese, il problema vero è la retromarcia di queste ore del governo a causa dei macroscopici errori dei "tecnici (??)" del Ministero:
Continua su www.soldiblog.it clikkando qui

giovedì, luglio 13, 2006

Da Domani lo si fa in Due

Da domani entrerà in vigore la normativa che completa le modifiche, già introdotte nel 2004, all’art. 97 del Codice della strada che permetterà di
andare in due su motorini e scooter!
Le novità sono inserite nel Codice della strada, riformato dopo un lungo iter, dal dpr n.153 del 6 marzo 2006.

Bisogna però stare attenti ad alcuni particolari:
  • regola numero uno per circolare in coppia chi guida deve essere maggiorenne;
  • secondo, il ciclomotore deve essere omologato al trasporto del secondo passeggero, per saperlo bisogna rivolgersi alla Motorizzazione civile o alla casa costruttrice;
  • terzo, lo "scooter" deve avere la nuova targa a 6 cifre al posto del cosiddetto "targhino" insieme al certificato di idoneità alla circolazione;
  • attenzione perché si deve anche comunicare alla propria assicurazione che il motorino é "idoneo" al trasporto di due persone.
Le multe per chi trasgredisce sono esemplari: dai 68 a 275 euro +confisca (definitiva) se lo "scooter" non é omologato, mentre per chi trasporta un passeggero pur avendo meno di 18 anni la sanzione é di 35 euro+sequestro, con fermo amministrativo del motorino per 30 giorni.

mercoledì, luglio 12, 2006

Normative, danni prima del passaggio in Parlamento

Sulla scia delle nuove normative si contano già danni consistenti per le società immobiliari (in queste società ci lavorano persone, ci sono collaboratori, ci sono risparmiatori);
si stima che, in poche ore, le 15 maggiori società immobiliari e il cui business è legato ai leasing abbiano bruciato in borsa 1,4 miliardi di euro;
tanto che sono previste audizioni in commissione al Senato con i soggetti delle categorie coinvolte.
Farle prima no? L'incompetenza......

Tra i punti più penalizzanti quello legato alla sostituzione dell’Iva detraibile con un’imposta di registro non recuperabile del 7%.
Oggi è uscito un articolo su Finanza & Mercati che dà per certi dei cambiamenti nel decreto sugli immobili: Vincenzo Visco, l’eminenza grigia del decreto sembra che abbia cambiato idea (chiedere prima? L'incompetenza...)
La notizia vaga quasi quanto il decreto ha però già restituito in borsa un certo sprint agli immobiliari che stanno incassando in apertura rialzi anche notevoli.

UN GRAZIE AL GOVERNO PER L'INSTABILITA'

Fra i motivi che spingerebbero a rimettere mano al testo ci sarebbe una erronea valutazione del rapporto fra gli introiti fiscali e gli effetti della prossima legge sul mercato immobiliare (incompetenza?Svista?)

Come è immaginabile che dei ministeri non si rendano conto degli effetti di una normativa che propongono? Come è possibile che la Consob chieda alle banche dei lumi su una legge che non è ancora chiara in diversi punti molto importanti?

Italease, la più esposta al nuovo decreto, che ha dichiarato possibili danni per 1,4 miliardi di euro ma ha confermato gli obiettivi del piano industriale.

Stabilità, Certezza, Competenza......
per ora il governo ha dimostrato competenza soli in
....CLIKKA QUI....